h1

Chirpy Chirpy Cheep Cheep (Middle Of The Road) by Lush

17 settembre 2013

2413962

Alle elementari lo cantavamo sempre, vero e proprio tormentone urlato a squarciagola oscillando dalle altalene dell’oratorio, gareggiando a chi riusciva a storpiarne il testo e l’allitterazione con il maggior numero di volgarità, in un improbabile gramelot di parolacce. E sono sicuro che tutti voi, lì fuori, ne ricordiate l’incedere e l’astruso – ma contagioso – ritornello. Tutto questo per dire che…sì, c’è stato un tempo in cui questa strana formazione – sorta di Abba ante litteram per svantaggiati – dominò le classifiche e l’etere di tutta Europa. Un brano sciocchino, un Sugli Sugli Bane Bane geograficamente arroccato ben oltre il Vallo di Adriano (dacchè scozzesi). Insomma, 3 minuti talmente scemi e melensi da risultare irresistibili e totalizzare in breve tempo 10 milioni di copie vendute, uno dei pochissimi 7″ a potersi fregiare di tal titolo.

Miagolìo talmente zuccheroso che non poteva non avere natali autoctoni, dato che la band fu costretta a trasferirsi per qualche periodo in Italia in guisa di session men per alcune incisioni di Armando Trovajoli prima che il coinvolgimento del produttore Giacomo Tosti ne mettesse a fuoco le particolarità armoniche che li avrebbe di lì a poco consegnati al successo. Come che sia Chirpy Chirpy Cheep Cheep è un chewing gum usa e getta che vi inviterei a far vostro, magari proprio tramite la versione di quella strana entità senza sesso e senza collocazione (Pop? Shoegazer? Bubblegum brit?) chiamata Lush, che ne opacizzava quell’aria da Pippi Calzelunghe con un maelstrom di chitarre granulose, cinguettìi e svolazzi sognanti. Dei Middle Of the Road si persero le tracce quasi subito; nonostante un ulteriore calembour semantico titolato Tweedle Dee, Tweedle Dum e una manciata di altri ininfluenti singoli rimase solo il pulviscolo di un forzato esilio nelle classifiche tedesche, una apparizione al Festival di Sanremo del 1971 (quale gruppo di accompagnamento di Jordan) ed una partecipazione in proprio allo stesso nel 1974 con la canzone Sole Giallo.

Curiosità: anche quello strano unabomber del pop chiamato Lawrence Hayward si genuflesse su questa progressione armonica citando il brano in Middle Of The Road (Cd, London, 1992), singolo dei suoi Denim.

L’hanno rifatta anche: Mickie Krause, Tom Mathisen and Herodes Falsk, James Last, Cartoons, Briars, Soul Control

MIDDLE OF THE ROAD – Chirpy Chirpy Cheep Cheep (7″, Rca, 1971)
VV.AA. – Alvin Lives (In Leeds) Anti Poll Tax Trax (Lp, Midnight Music, 1990)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: